BLOG 

  • Team Isam

Inquinamento e minacce alla biodiversità

L’abbiamo ricordato qualche giorno fa, in occasione della giornata mondiale degli oceani: sono circa otto milioni le tonnellate di plastica che finiscono nei nostri oceani ogni anno.

Un dato molto preoccupante per la salute degli abitanti di tutto il pianeta. In particolare, per gli abitanti del mare dalle alghe alle spugne, dagli Echinodermi ai molluschi, i crostacei, i pesci, nonché ai rettili come la tartaruga marina, il rettile più antico vivente oggi.

E proprio nella giornata di oggi, 16 giugno, si celebra la Giornata mondiale di questo animale acquatico così importante per l’ecosistema, fortemente minacciato dall’inquinamento dei mari, dalla cattura accidentale e dalla distruzione dei siti riproduttivi.


LE TARTARUGHE MARINE: SETTE SPECIE A RISCHIO

Esistono nel mondo, sette specie di tartarughe marine, tutte a rischio di estinzione. Secondo i dati riportati dal WWF, sarebbero 150.000 le tartarughe marine catturate accidentalmente nel Mediterraneo da attrezzi da pesca e di queste almeno 40.000 non sopravvivono.

Un altro grave problema che minaccia l’ecosistema marino è poi certamente quello dell’inquinamento, in particolare legato ai rifiuti in plastica, particolarmente dannosi in ogni loro forma. Mentre i rifiuti più grandi finiscono per soffocare alcuni abitanti del mare, tra cui le tartarughe marine, pesci e delfini, i rifiuti più piccoli, anche sotto forma di particelle microscopiche, vengono ingeriti dagli stessi animali ed entrano così nella catena alimentare, giungendo fino all’uomo. Sempre tramite il WWF si apprende che, da uno studio che ha osservato la tartaruga marina per 10 anni è emerso che il 35% degli esemplari analizzati aveva inghiottito rifiuti di plastica.

Non solo quella dispersa in mare: anche la plastica presente sulle spiagge può rappresentare una grossa minaccia per la diffusione della specie, compromettendo le nidificazioni. La sabbia inquinata da frammenti di plastica, infatti, modifica la sua temperatura e ciò comporta una serie di problematiche allo sviluppo e alla schiusa delle uova.





LA GIORNATA MONDIALE DELLA TARTARUGA MARINA

Affinché questa ricorrenza acquisti un significato sempre più profondo, facciamo sì che sia portatrice di un messaggio di sensibilizzazione. Nella giornata mondiale delle tartarughe marine, ricordiamo, dunque, che sono ancora tante le minacce che mettono ogni giorno a rischio la vita della specie e soprattutto che la protezione della biodiversità marina richiede l’impegno concreto, in prima persona, di ognuno di noi.

ISAM E LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE

Nel campo delle Waste solutions e della sostenibilità ambientale, Isam lavora da anni con interventi mirati volti alla salvaguardia e all’incentivazione della biodiversità, forte del giusto expertise per operare nel difficile ambito delle bonifiche ambientali e gestione di siti di discarica.




8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti